Pavimenti industriali in calcestruzzo

Ideali per usi industriali e civili, per interni e per esterni

La pavimentazione in calcestruzzo rappresenta la soluzione ideale per usi sia industriali che civili, nonché per interni ed esterni. Tale tecnica, chiamata anche pavimento industriale, è costituita da una piastra di calcestruzzo con uno strato antiusura in superficie caratterizzato da un'elevata resistenza all’abrasione. Per l'esecuzione dello strato antiusura si applica sulla superficie il calcestruzzo ancora fresco, una miscela anidra (spolvero) o una malta premescolata (pastina) composta di acqua, cemento e aggregati (quarzo, corindone, elementi metallici) resistenti all’abrasione.
Protezione del calcestruzzo

Si possono anche applicare rivestimenti in resina su pavimentazioni nuove o ammalorate, con diversi trattamenti, tra cui quelli a impregnazione, a film, autolivellante oppure massetti in resina, così da migliorare o aumentare le capacità portanti.
Pavimenti industriali in resina

Attraverso l'uso di calcestruzzi con inerti di dimensioni diverse, sulla base dell’utilizzo delle superfici si regola la durabilità nel tempo su pavimenti interni soggetti ad aggressioni chimiche, così come su pavimenti esterni esposti al freddo e al gelo; vengono inoltre utilizzati calcestruzzi speciali antiritiro senza giunti di dilatazione e fibrorinforzati.

rivestimento in resina
metodo a pastina
metodo a spolvero

Pavimenti rinforzati con fibre

  • in acciaio: in alternativa o insieme all’armatura tradizionale del pavimento, esso garantisce un contrasto a ogni tipo di tensione, anche le più imprevedibili, aumentando la resistenza del pavimento e riducendo le crepe superficiali;
  • in polipropilene: insieme all’armatura tradizionale riduce il ritiro del calcestruzzo in fase di presa.

L’impiego della Laser Screed

Il Laser Screen consente la realizzazione veloce di grandi superfici, riducendo così la formazione di giunti di ripresa, un punto particolarmente delicato per ogni pavimento). Il sistema a controllo laser, con frequenza di 300 impulsi al minuto, garantisce la massima planarità. La vibrazione e la compattazione del calcestruzzo avvengono durante il rientro del braccio telescopico che si estende per oltre sei metri tramite la staggia vibrante larga oltre 3,5 metri.

Lo spolveratore automatico

Si tratta di un sistema innovativo che completa l’opera della Laser Screed e permette di distribuire in maniera omogenea la qualità dello spolvero superficiale (formato da una parte di cemento e da una di aggregato minerale), garantendo nel contempo la formazione di un corpo unico tra lo spolvero superficiale e il calcestruzzo staggiato da pochi minuti, assorbendo così l’umidità affiorante del calcestruzzo ed eliminando il rischio che la corazzatura di superficie si stacchi anche a distanza di molti anni.

La divisione Pavimentazioni Industriali della Working Group si rivolge a tutti i settori dove sono richieste elevate tecnologie e conoscenze dei problemi produttivi, consapevole del fatto che il pavimento per l’industria costituisce un fattore di profitti e perdite, richiedendo pertanto una attenta valutazione e una corretta progettazione. La realizzazione di pavimenti industriali in calcestruzzo soddisfa diverse esigenze per differenti impieghi, date le sue caratteristiche principali, quali:

  • resistenza alla compressione;
  • resistenza all’usura ed al tempo;
  • resistenza all’urto;
  • planarità;
  • facilità di manutenzione.

Pavimento a composizione richiesta

Si tratta di una pavimentazione di calcestruzzo descritta in termini di spessore, armatura, strato di usura e giunti, per la quale non è indicata la destinazione d’uso specifico. Tale definizione evidenzia agli utilizzatori finali i rischi connessi a tale scelta, in merito ai limiti di qualità e garanzia prestazionali della pavimentazione così realizzata.

 

Pavimento a prestazione

Pavimentazione per la quale sono stati definiti almeno i seguenti parametri:

  • progettazione della piastra e modalità di esecuzione del pavimento;
  • classificazione secondo il prospetto 1 in base al campo d’impiego e prospetto 2 in base alla resistenza all’abrasione;
  • portanza e composizione dello strato di supporto;
  • classe di resistenza del calcestruzzo (Rck);
  • classe di consistenza e classe di esposizione;
  • dimensione massima dell’aggregato;
  • tipo di armatura e/o di rinforzo (se previsto);
  • modalità di messa in opera;
  • modalità e durata della “stagionatura protetta”;
  • tipologia, dimensionamento, esecuzione e riempimento dei giunti.

Pavimento in calcestruzzo con stesura meccanizzata "Laser Screed"

Per ottenere pavimentazioni industriali di alta qualità, elevata resistenza e durabilità nel tempo, Working Group propone la tecnologia Laser-Screed, un sistema che utilizza un macchinario a controllo computerizzato che permette di staggiare e vibrocompattare le pavimentazioni in calcestruzzo con una precisione estrema. Un altro vantaggio offerto da tale tecnologia consiste nella maggiore velocità di stesura del calcestruzzo che permette campi di getto notevolmente maggiori, con conseguente riduzione sostanziale dei giunti di costruzione e quindi meno manutenzioni future. Le pavimentazioni Laser-Screed sono realizzate con un calcestruzzo a bassa consistenza e con un considerevole contenuto di inerte; questa tecnologia garantisce inoltre l’uso di un calcestruzzo con una minore quantità d’acqua e pochi additivi nell’impasto, con vantaggi eccezionali per la buona riuscita dell’opera.

Share by: